Responsabile della ricerca

Dott. Fabio Moscolo

 

2021
I

Il problema: Patologia neurochirurgica spinale

Sviluppo di un sistema per il monitoraggio di mobilità, stato clinico e qualità di vita del paziente neurochirurgico spinale basato sull’utilizzo dello smartphone personale.

La patologia neurochirurgica spinale costituisce una delle maggiori cause di disabilità in Italia e nel mondo. Deficit motori e sensitivi, claudicatio neurogena e dolore, sono tra i più frequenti disturbi attraverso cui patologie traumatiche, degenerative e tumorali interessanti midollo spinale e colonna vertebrale si manifestano. Il monitoraggio di tali pazienti si avvale di strumenti qualitativi (es. questionari) che presentano importanti limitazioni nella qualità e quantità di informazione fornita. A ciò, si aggiunge il recente avvento della pandemia da COVID-19, che ha causato uno stravolgimento della normale attività di follow-up dei pazienti, impedendone la normale valutazione ambulatoriale e creando una discontinuità assistenziale di difficile risoluzione. Tale scenario ha acutizzato la necessità di sviluppare strumenti innovativi per il monitoraggio a distanza del paziente con problematica relativa al sistema nervoso. La capillare diffusione di strumenti digitali personali come lo smartphone, equipaggiati con funzionalità in grado di misurare attività personali e performance fisica su base giornaliera, nonché in grado di mettere in diretta comunicazione il paziente con il sistema sanitario, costituisce un’opportunità unica per completare un sistema di telemedicina che abbia il fine di permettere la valutazione efficiente del paziente, integrandosi il più possibile nella vita quotidiana, riducendo tempi di attesa, inutili spostamenti ed ospedalizzazioni.

L’obiettivo del nostro progetto consiste nello sviluppo di uno strumento digitale basato sull’utilizzo dello smartphone personale da implementare all’interno dell’esistente piattaforma di telemedicina supportata da Fondazione Giuseppe Manni per la ricerca nelle neuroscienze E.T.S., per il monitoraggio di mobilità, condizione clinica e qualità di vita del paziente affetto da patologia neurochirurgica spinale. Il monitoraggio si baserà sull’utilizzo dell’applicazione open source ‘Beiwe’ sviluppata dalla Harvard School of Public Health (https://www.beiwe.org) che permetterà l’acquisizione passiva di dati GPS e accelerometrici derivati dal normale uso dello smartphone personale e permetterà la raccolta di informazioni relative a stato clinico e qualità di vita. Tale progetto verrà realizzato in collaborazione con la Harvard School of Public Health e si propone tre principali finalità:

1. Sviluppare e testare l’interfaccia digitale per il monitoraggio clinico basato sull’utilizzo dello smartphone personale

2. Sviluppare un sistema di feedback automatico su stato clinico e mobilità sullo smartphone personale del paziente

3. Costituire un database scientifico completo e longitudinale per lo studio del monitoraggio a distanza del paziente neurologico e neurochirurgico

Rilevanza

Il nostro progetto risponde perfettamente alle necessità e finalità espresse dalla Fondazione.
L’utilizzo dello smartphone come strumento di monitoraggio e feedback non invasivo, nonché la possibilità di riunire queste informazioni all’interno di una singola piattaforma digitale multifunzionale, creano un’opportunità unica di portare teranostica e prevenzione nella realtà quotidiana della cura del paziente neurochirurgico.
In un’ottica più ampia, tale progetto getterà le basi per l’applicazione del nostro sistema di monitoraggio a pazienti affetti da ogni tipo di patologia neurologica e neurochirurgica, con potenzialità di espansione e studio sostanzialmente illimitate.